Previdenza complementare, quella etica fa bene anche al portafoglio

Inviato da Redazione il Lun, 23/11/2009 - 11:32
La pensione integrativa etica si guadagna sempre più spazio tra gli italiani che intendono costruire una fonte di reddito aggiuntiva al termine della vita lavorativa, grazie ai buoni rendimenti e alla minore esposizione al rischio. Secondo gli ultimi dati di settore, il rendimento medio dei fondi pensione socialmente responsabili negli ultimi cinque anni è stato dell'8%, mentre la performance massima registrata da alcuni prodotti è stata addirittura del 17%. Un successo, se si considera la crisi che ha sconvolto i mercati finanziari e il mondo del risparmio gestito. Non solo. Si è evidenziata anche una correlazione inversa tra questo tipo di investimenti e la rischiosità e la volatilità sui mercati finanziari. Questi investimenti, che evitano i settori delle armi, del tabacco, del nucleare, della pornografia e selezionano invece le società impegnate nel sociale e attente all'ambiente e alla salute, hanno tutte le carte in regola per diventare la nuova frontiera della previdenza complementare. Tuttavia, il fondo pensione etico raccoglie un bacino di utenti ancora basso in Italia rispetto agli altri Paesi europei e l'offerta sul mercato tricolore è ancora troppo poco ampia.
COMMENTA LA NOTIZIA