1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Prestiti bancari: +16% finanziamenti a imprese in primi 7 mesi 2015, +82,2% i mutui (Abi)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Rubinetti dei prestiti bancari sempre più aperti. Il rapporto Abi di settembre evidenzia come, sulla base di un campione rappresentativo di banche (78 banche che rappresentano circa l’80% del mercato), i finanziamenti alle imprese hanno segnato nei primi sette mesi del 2015 un incremento di circa il +16% sul corrispondente periodo dell’anno precedente (gennaio-luglio 2014).
Per le nuove erogazioni di mutui per l’acquisto di immobili, sempre nello stesso periodo, si è registrato un incremento annuo del +82,2% rispetto al medesimo arco temporale dello scorso anno. L’incidenza delle surroghe sul totale dei nuovi finanziamenti è pari, nei primi 7 mesi del 2015, a circa il 27,7%. Nell’analogo periodo, le nuove operazioni di credito al consumo hanno segnato un incremento del +24,3%. Ad agosto 2015 il totale dei finanziamenti in essere a famiglie e imprese ha presentato una variazione prossima allo zero (-0,1%) nei confronti di agosto 2014, -0,4% il mese precedente e migliore rispetto al -4,5% di novembre 2013, quando aveva raggiunto il picco negativo.
Quello di agosto è stato per i prestiti bancari a famiglie e imprese il miglior risultato da aprile 2012. Torna positiva dopo 37 mesi la variazione annua del totale prestiti al totale settore privato (+0,3%) e al totale dell’economia (che include anche la pubblica amministrazione), +0,6%. Dalla fine del 2007, prima dell’inizio della crisi, ad oggi i prestiti all’economia sono passati da 1.673 a 1.825 miliardi di euro, quelli a famiglie e imprese da 1.279 a 1.410 miliardi di euro.