1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Il pressing di Bankitalia sulle cedole manda ko le banche, chiude oggi l’aumento del Banco -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E così a Piazza Affari sono proprio i titoli del comparto bancario ad essere i più colpiti dalle vendite. Intesa SanPaolo cede lo 0,41% a euro, Monte dei Paschi lo 0,21% a 0,938 euro, Unicredit lo 0,27% a 1,84 euro, Popolare di Milano lo 0,41% a 3,027 euro, Ubi Banca lo 0,13% a 7,45 euro. Il Banco Popolare è il peggiore del settore in Borsa dove lascia sul parterre oltre 2 punti percentuali a 2,55 euro. Secondo gli analisti, le vendite riflettono “movimenti tecnici” a poche ore dalla chiusura dell’aumento di capitale da 2 miliardi di euro.

Questa sera infatti si completerà la maxi ricapitalizzazione che permetterà all’istituto scaligero di ripagare in anticipo gli 1,45 miliardi di Tremonti Bond e di allinearsi ai requisiti di Basilea 3. Secondo quanto dichiarato nei giorni scorsi a questa testata da un analista di una primaria banca italiana, l’aumento starebbe andando “verso il tutto esaurito”. Superato lo scoglio dell’aumento, il management inizierà a concentrasi sul nuovo business plan che verrà presentato prima dell’estate. Per abbattere l’elevato cost/income, attestatosi al 61,2% nei primi nove mesi del 2010, il piano industriale sarà quindi focalizzato sul contenimento dei costi attraverso una razionalizzazione delle controllate del gruppo.