Prese di profitto su Intel e chip deprimono Wall Street

Inviato da Redazione il Ven, 10/06/2005 - 17:07
Ribasso dell'1,7% per l'indice Sox sui semiconduttori, trascinato al ribasso da vendite seguite a un positivo update di metà trimestre di Intel (la società di Santa Clara ha innalzato le stime sulle vendite nel trimestre in corso). La spiegazione dell'anomalo movimento di mercato pare essere legata a delle prese di beneficio che starebbero colpendo in particolare Intel (-2,38% a 27,04 dollari), che da inizio anno ha messo a segno un rialzo di 18 punti percentuali. I ribassi sono estesi a tutti i componenti del Sox, ad eccezione di Lsi Logic (+2,23% a 7,78 dollari), dopo che la società ha innalzato le sue stime sul fatturato del secondo trimestre in considerazione della robusta domanda di chip utilizzati nei registratori Dvd e nelle apparecchiature per l'immagazzinamento di dati. La debolezza dei semiconduttori è causa del ritracciamento del Nasdaq, attualmente in ribasso dello 0,58% a 2064 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA