Prese di profitto su Fiat, aspettando l'accordo con Tata Motors

Inviato da Redazione il Mar, 10/01/2006 - 12:03
Quotazione: FCA CHRYSLER
Fiat inserisce la retromarcia a Piazza Affari. Il titolo della quattroruote torinese accusa un ribasso dell'1,16%, scambiando a quota 7,5250 euro. Secondo indiscrezioni di stampa nei prossimi giorni potrebbe essere annunciato l'accordo definitivo fra Fiat e Tata Motors. Un'intesa che Sergio Marchionne, amministratore delegato del gruppo, indicava recentemente come cosa fatta. Nell'attesa di sviluppi i riflettori del mercato sono puntati al salone di Detroit dove tira aria di sorpasso tra i grandi mondiali dell'auto in apertura di anno che dovrà fare i conti con i capricci del prezzo del petrolio. Da questa parte dell'Atlantico Fiat è invece impegnata in una delle partite che fanno parte della sua strategia per non perdere il contatto col drappello di questi grandi. Se infatti il governo continuerà a respingere la richiesta di mobilità lunga già questa settimana da parte del Lingotto potrebbe essere avviata la procedura suscettibile di trasformarsi nel licenziamento di circa un migliaio di lavoratori degli enti centrali, due terzi dei quali in forze nell'area torinese. "Mi auguro che al di là delle enunciazioni di principio ci si renda conto da parte di tutti che questa è la situazione", ha commentato Luca Cordero di Montezemolo, ricordando che "è responsabilità dell'impresa mettere insieme le dimensioni dell'organico con le necessità del mercato".
COMMENTA LA NOTIZIA