1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Prada: ricavi salgono dell’1% a 1,75 miliardi nel I semestre, aggiornerà guidance 2014

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I ricavi consolidati del gruppo Prada per il semestre chiuso al 31 luglio si attestano a 1.750 milioni di euro, in lieve progresso rispetto allo stesso periodo del 2013 (+1%). E’ quanto si legge in una nota in cui la maison italiana comunica i dati preliminari di vendita dei primi sei mesi dell’anno. Il semestre, spiega la nota, è stato condizionato dallo sfavorevole andamento delle valute: a cambi costanti i ricavi crescono del 4%.

Dal punto di vista geografico, l’Asia Pacific nel complesso cresce del 2% a cambi costanti, (-2% a cambi correnti); continua il trend positivo delle Americhe, dove il canale retail ha registrato una crescita a parità di cambi del 14% (+8% a cambi correnti); ricavi in lieve flessione rispetto all’anno precedente in Europa, -1% sia a cambi costanti che correnti; sempre in sostenuta crescita il Giappone, malgrado il previsto rallentamento dopo gli acquisti anticipati conseguenti all’incremento dell’IVA d’inizio aprile: +19% a cambi costanti (+10% a cambi correnti); ottimo il trend in Middle East con una crescita nel semestre pari al 21% a cambi costanti, (+16% a cambi correnti).

“Nel corso di questi primi sei mesi del 2014 il gruppo ha operato in uno scenario politico e macroeconomico più complesso del previsto e caratterizzato da cambi sfavorevoli oltre che da un generalizzato calo dei consumi”. Questo il commento di Patrizio Bertelli, amministratore delegato di Prada. “In questo contesto abbiamo continuato a lavorare focalizzandoci sulla crescita di medio-lungo periodo: gli investimenti industriali, di marketing e retail a sostegno della qualità dei nostri prodotti e della relazione con la clientela continueranno a portare i loro frutti sostenendo in ogni mercato la crescita del Gruppo. Nei prossimi mesi sarà nostro primario impegno monitorare l’andamento dei mercati, senza però interrompere la realizzazione dei nostri piani di sviluppo; al contempo peraltro sarà attuato un rigoroso controllo dei costi con l’obiettivo di proteggere i margini. Con l’approvazione dei risultati completi relativi al primo semestre 2014, il Consiglio di Amministrazione, alla luce dei risultati ottenuti nei primi sei mesi dell’anno e di una maggior visibilità per i mesi a venire, aggiornerà la guidance per l’intero esercizio”.