Possibilità di short di breve sui principali indici europei, il FTSE Mib verso il pull back dei 20.500 punti

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 10/03/2014 - 10:45

I ribassi maturati lo scorso venerdì sembrano aver aperto a possibili correzioni di breve per quanto concerne l'impostazione tecnica dei principali panieri azionari del Vecchio Continente. L'indicazione ribassista al momento tuttavia non impatta negativamente la costruzione di medio e lungo termine. Per quanto concerne nello specifico il FTSE Mib, la doji del 6 marzo e la candela ribassista del 7 marzo compongono un pattern di vendita che sembra anticipare un ritorno del basket in area 20.500 punti. In prossimità di detta soglia l'indice porterebbe a termine il pull back profondo delle vecchie resistenze statiche collocate nell'intervallo 20.500/20.580 punti e di quelle dinamiche espresse dalla trendline ribassista tracciata con i top del 18 e 26 febbraio, linea di tendenza violata al rialzo in occasione dell'accelerazione del 5 marzo scorso. In un contesto che vede il Dax tedesco pagare l'apertura sotto i supporti statici di breve posti in corrispondenza dei 9.360 punti, indicazione che si somma alle indicazioni negative che emergono sul daily chart dall'incrocio dall'alto verso il basso delle medie mobili di breve e di medio termine e alla chiusura di venerdì sotto i 9.500 punti, indicazioni di vendita di breve e di stampo speculativo si hanno anche sul grafico del Cac. Per ora il paniere francese ha trovato in apertura sostegno nel livello supportivo posto nell'intervallo tra i 4.350/4.360 punti, tuttavia la candela ribassista di venerdì appare proattiva alla vendita dell'indice a 4.400 punti.




COMMENTA LA NOTIZIA