1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Portogallo: Pascual (Barclays), nel gioco di chi sarà il prossimo occhio alla Spagna -1

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La crisi del Portogallo impazza sul mercato dei bond. E gli analisti cercano di giocare d’anticipo. Il
debito portoghese e in generale periferico sta vivendo una nuova giornata sotto pressione oggi a seguito delle dimissioni del governo di Lisbona – dopo la bocciatura parlamentare del pacchetto di misure addizionali di austerità – che potrebbero spingere in tempi rapidi il paese verso la richiesta di aiuti finanziari all’Ue e al Fmi. Il costo del debito portoghese – al 7,84% ieri sul decennale, nuovo massimo, e sopra l’8% sul quinquennale – viene già considerato non sostenibile, mentre il debito irlandese sarà tra gli osservati speciali. Al vertice europeo di oggi e domani Dublino rinnoverà la propria rischiesta di un alleggerimento delle condizioni sui
prestiti internazionali ricevuti, anche se – a quanto sembra – con scarse possibilità di una ridiscussione dei termini del bailout. “A nostro avviso l’esperienza greca e quella irlandese mostrano che queste incertezze prima o poi saranno risolte e che un default nel breve termine è davvero molto improbabile. Ma nel breve termine, peseranno sicuramente sul mercato dei bond, specialmente nell’attuale contesto di liquidità molto tirata”, osserva Garcia Pascual di Barclays Capital.