1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Popolare di Vicenza propone conciliazione transattiva, offerti 9 euro ad azione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Vicenza ha deliberato di avviare un’iniziativa di conciliazione transattiva rivolta ai propri azionisti che hanno investito in azioni BPVi negli ultimi 10 anni. La Banca promuoverà un’Offerta di Transazione che prevede un riconoscimento economico pari a 9 euro per ogni azione acquistata tramite una banca del Gruppo Banca Popolare di Vicenza (il Gruppo) a partire dal 1° gennaio 2007 e sino al 31 dicembre 2016, al netto delle vendite. Tale riconoscimento sarà erogato a fronte della rinuncia dell’azionista a qualsiasi pretesa in relazione all’investimento in (o mancato disinvestimento di) titoli azionari Banca Popolare di Vicenza, titoli che rimarranno comunque di proprietà dell’azionista.
L’iniziativa, rimarca una nota dell’istituto veneto, si rivolge a circa 94.000 azionisti che comprendono principalmente persone fisiche, società di persone, fondazioni, ONLUS ed enti senza fine di lucro. L’Offerta di Transazione partirà domani. Gli azionisti potranno manifestare il proprio interesse all’Offerta fino al 15 marzo 2017 recandosi nella filiale di riferimento di una banca del Gruppo BPVi oppure tramite il sito web www.popolarevicenza.it/azionisti. Gli azionisti avranno poi tempo per aderire all’Offerta di Transazione sino al 22 marzo 2017, sottoscrivendo il relativo Accordo Transattivo presso la filiale di riferimento di una delle banche del Gruppo BPVi.
Per il successo e la validità dell’Offerta di Transazione è necessaria un’adesione corrispondente ad almeno l’80% delle azioni comprese nel perimetro dell’Offerta di Transazione.