Popolare di Milano: smentita la ricostruzione de "Il Messaggero"

Inviato da Luca Fiore il Mer, 16/10/2013 - 20:06
La Popolare di Milano ha emesso una nota in relazione alle notizie pubblicate oggi sul quotidiano "Il Messaggero" in un articolo intitolato "Bpm, spunta il piano dei pensionati".

"Il Presidente del Consiglio di Sorveglianza della Banca Popolare di Milano, Giuseppe Coppini, a nome di tutti i Consiglieri, di Sorveglianza - nell'affermare con forza che, tra le tante inesattezze, quanto sopra non riflette l'andamento dei suddetti lavori consiliari, svoltisi in un clima di utile confronto e dialogo - precisa che in alcun modo i Consiglieri Enrico Castoldi e Ruggiero Cafari Panico, così come i restanti componenti del Consiglio di Sorveglianza, hanno contestato il lavoro della Commissione".

Secondo quanto riportato nel pezzo della testata romana, i due consiglieri ("due dei tre consiglieri finiti nel mirino di Bankitalia assieme a Maurizio Cavallari che, però ha abbandonato la riunione in anticipo") avrebbero contestato con forza il lavoro della commissione insediata dall'organo superiore di Piazza Meda per negoziare la riforma con il Cdg.
COMMENTA LA NOTIZIA