Pop.Intra, 828 milioni di euro di crediti inesigibili al 31 marzo 2005

Inviato da Redazione il Mer, 14/12/2005 - 09:06
Quotazione: BCA POP INTRA
L'ispezione di Bankitalia alla Popolare di Intra si è conclusa con un quadro preoccupante. Sono stati messi in luce, al 31 marzo 2005, crediti inesigibili per 828 milioni di euro, dei quali 678 in sofferenza e 150 incagliati, su un patrimonio di vigilanza pari a 475 milioni. Ma c'è di più. Il 9% degli impieghi totali della banca, pari a 311 milioni di euro, è verso il fallito gruppo Finpart, un'esposizione giudicata dagli ispettori di Bankitalia "ampiamente al di sopra dei limiti prudenziali stabiliti dalla normativa sulla concentrazione dei rischi". In conseguenza di tali risultanze da Via Nazionale è partita la richiesta, agli attuali responsabili della Popolare, di redigere un piano di riassetto industriale che segni "una netta discontinuità con i criteri e i comportamenti gestionali finora tenuti" e contenga "adeguate garanzie per il conseguimento dei livelli di patrimonializzazione coerenti con i vincoli di vigilanza e con la rischiosità potenziale insita nel portafoglio crediti".
COMMENTA LA NOTIZIA