1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Pop Milano: Centrosim calcola sinergie per 260 mln da fusione con Bper

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A seguito delle indiscrezioni di stampa circa i colloqui con la Banca Popolare dell’Emilia Romagna, il presidente della Banca Popolare di Milano, Roberto Mazzotta, ha confermato ieri che intende presentare, in tempi brevi, proposte di alleanze ai soci – anche se non ha citato espressamente la Banca Popolare dell’Emilia Romagna. Mazzotta ha dichiarato che le strategie nell’M&A vanno ricercate nell’ambito delle banche Popolari e ha criticato le recenti aggregazioni, in quanto accompagnate da esuberi di personale. “Le parole di Mazzotta sembrano implicitamente confermare le indiscrezioni di stampa sui colloqui con BPER, che potrebbero portare, entro la fine dell’anno, a una fusione alla pari”, commentano oggi gli analisti di Centrosim. “Peraltro – continuano – non escludiamo che tale progetto possa attirare anche i soci/dipendenti di BPI, che il 10 marzo saranno chiamati a approvare o respingere la fusione con BPVN”. “In un nostro recente studio, avevamo realisticamente quantificato in circa 260 milioni di euro, al lordo delle tasse, le sinergie di fusione con BPER e avevamo stimato nel 10% circa la potenziale creazione di valore”, ricordano. A loro avviso un elemento chiave sarà comunque la governance e la definizione delle prime linee di management. Per questo motivo per il momento gli analisti di Centrosim mantengono il target price di 12,20 euro, che include già un premio del 10-12% sui fondamentali per riflettere le opzioni di M&A
disponibili per BPM.