Pop Milano: Caboto, l'esclusione dalla short list Bpi elimina rischio diluzione

Inviato da Micaela Osella il Ven, 06/10/2006 - 13:47
Grande è bello. Ma non per tutti. Sembrano pensarla così gli analisti di Caboto a proposito dell'operazione di fusione tra la Banca Popolare Italiana e quella di Milano. "L'esclusione dalla short list di Popolare di Milano fa cadere le ipotesi di integrazione con Banca Popolare Italiana, annullando di fatto il rischio di diluizione derivante dall'acquisto di Bpi", spiegano gli esperti. Una considerazione che porta il broker ad eliminare dalla sua valutazione lo sconto di 0,7 euro, che valorizzava il rischio di diluizione derivante da un potenziale deal con Bpi. "Riteniamo che il titolo debba tornare a trattare in linea con i propri fondamentali su base stand alone, pari a 11,3 euro per azione. Alziamo pertanto il nostro target da 10,6 euro a 11,3 euro. Sulla base dell'upside potentiale dell'8% manteniamo il rating hold (mantenere il titolo in portafoglio)".
COMMENTA LA NOTIZIA