1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ponte Stretto: Di Pietro vuole accantonare il progetto, ma rischio penali salate

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Ponte sullo Stretto di Messina non si farà ed il governo cerca la strada per evitare di pagare penali salatissime. Appena tre mesi fa Impregilo, a capo della cordata per il General Contractor del Ponte, ha firmato il contratto per il progetto. Ma adesso l’aria è cambiata. “Sto cercando il modo per trovare una soluzione condivisa che non porti al Ponte sullo stretto di Messina e, allo stesso tempo, non porti ad una penalizzazione estrema”, ha detto ieri Di Pietro. Mentre nessun commento ufficiale è arrivato dall’impresa vincitrice della maxigara da quasi 4 miliardi di euro. Anche il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi sostiene che “se il contratto viene rescisso subito, la penale è quasi nulla, per cui conviene farlo subito. Non abbiamo i soldi per far opere urgenti, figuriamoci il ponte”. Le sanzioni previste in caso di recessione del contratto potrebbero arrivare fino a 380 milioni di euro.