1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Polizze vita, è boom di raccolta da inizio anno. Numeri positivi anche in estate

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Gli italiani sono sempre più attirati dalle polizze vita. Lo evidenzia il bollettino mensile Trend dell’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici (Ania) relativo alla raccolta di luglio. Da inizio anno i nuovi premi vita emessi in Italia hanno raggiunto i 56 miliardi di euro, in crescita del 47,9% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. Nello scorso mese di luglio la nuova produzione di polizze vita individuali raccolta in Italia dalle imprese italiane e dalle imprese extra-Ue si è attestata a 9,7 miliardi di euro il 59,5% in più rispetto allo stesso mese del 2013, registrando il maggior incremento e raccolta mensile dell’ultimo triennio.

I dati ramo per ramo. Anche a luglio i premi afferenti a nuove polizze individuali di Ramo I (assicurazioni sulla durata della vita umana) hanno continuato a crescere significativamente (+33,9%) rispetto allo stesso mese del 2013, a fronte di un ammontare pari a 6,8 miliardi (l’importo più alto da inizio anno e pari al 70% dell’intera nuova produzione).

Ancor più positiva è risultata la raccolta di nuovi premi sulle polizze di Ramo V (operazioni di capitalizzazione) pari a 363 milioni di euro (il 4% dell’intera nuova raccolta), più che triplicata  rispetto a luglio 2013.

La restante quota (26%) della nuova produzione vita è rappresentata da polizze di Ramo III, esclusivamente di tipo unit-linked, che nel mese di luglio hanno registrato una raccolta in forte aumento (anch’essa quasi triplicata rispetto allo stesso mese dell’anno precedente) per un ammontare premi pari a 2,5 miliardi, risultato dovuto principalmente all’emissione  premi pari a 2,5 miliardi di euro, risultato dovuto principalmente all’emissione straordinaria di nuove polizze unit da parte di un numero ristretto di compagnie. I contributi relativi a nuove adesioni individuali a forme previdenziali, pari a 97 milioni di euro, sono risultati in aumento del 6,5% rispetto a luglio 2013.