1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Pmi Ue sostiene l’euro. Abe torna a pressare la BoJ

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sull’altalena oggi l’euro in scia alle controverse indicazioni arrivate dagli indici Pmi europei. Dopo essere sceso di slancio sotto quota 1,33 rispetto al dollaro a seguito del debole Pmi manifatturiero francese (sceso a 42,9 punti a gennaio, minimo dal marzo 2009), si è ripreso prontamente tornando a guadagnare terreno in quota 1,3335 grazie al Pmi manifatturiero tedesco salito a 48,8 punti e quello dell’eurozona a 47,5 punti, sui massimi a 10 mesi.

Da monitorare ancora una volta lo yen che ha ripreso ha perdere terreno con velocità rispetto alle altre principali valute dopo tre sedute di apprezzamento. Il cross euro/yen è tornato sopra 119 e il $/Y a 89,5, non lontano dai massimi a 2 anni e mezzo toccati a inizio ottava sopra quota 90. E’ tornato a parlare di politica monetaria il premier nipponico, Shinzo Abe, rimarcando l’aspettativa di un’azione decisa della Bank of Japan. “Mi aspetto che la BOJ adotti coraggiose misure di allentamento monetario – ha detto oggi Abe – in modo che si raggiunga il target di inflazione il prima possibile”. martedì la Banca centrale nipponica ha alzato il target di inflazione al 2% dall’1% precedente annunciando un piano “Open-Ended” di acquisto di asset per 13 mila miliardi di yen su base mensile a partire dal gennaio 2014.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.