1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Pmi manifatturiero Eurozona, a giugno sale a 57,7 dal 57 di maggio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel mese di giugno il Pmi Rbs/Ntc per il settore manifatturiero dell’Eurozona è salito dal 57 di maggio a 57,7. Quest’ultimo risultato ha mostrato un miglioramento delle condizioni degli affari all’interno del settore per il dodicesimo mese consecutivo ed il maggiore tasso di crescita mai registrato dall’agosto del 2000. “A giugno – commenta Kevin Gaynor, Head of Gbm Economics & Rates Research di Rbs – la crescita del comparto manifatturiero della zona euro ha continuato a guadagnare terreno e, quel che è più importante, il miglioramento degli affari e della fiducia dei consumatori nei mercati nazionali hanno controbilanciato il debole incremento delle vendite estere, dovuto in gran parte al rafforzamento dell’euro. Anche i mondiali di calcio sono stati sicuramente in parte un incentivo alla crescita, ma questo può spiegare solo parzialmente il continuo incremento dell’espansione. Invece, i più alti livelli occupazionali, che sono aumentati ai tassi maggiori dalla fine del 2000, hanno dato ulteriore impeto alla crescita nazionale. Sia i costi sia i prezzi di vendita sono aumentati a giugno e allo stesso tempo si è registrato un incremento delle commesse inevase ed un allungamento dei tempi di consegna. Nel complesso, tutto ciò rappresenta un aumento del potere sui prezzi”.