1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Pirelli Tyre, private placement del 38,9% a 470 milioni propedeutico all’Ipo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Pirelli ha siglato un private placement per la vendita del 38,9% di Pirelli Tyre a 470 milioni di euro. La controparte dell’operazione è composta da una cordata di primarie banche d’affari italiane ed internazionali. In particolare partecipano all’affare Banca Intesa, Capitalia, One Equity Partner del gruppo Jp Morgan, Lehman Brothers e Mediobanca con una quota del 19% ciascuna, mentre Gruppo Banca Leonardo partecipa con una quota del 4%. Il deal avrà una funzione propedeutica all’offerta in borsa mediante Ipo della quota acquisita dalle banche. Nel frattempo i rapporti tra Pirelli e la cordata di merchant bank saranno regolati da patti parasociali che prevedono per i soci finanziari il diritto alla nomina di 5 consiglieri ed un sindaco, e maggioranze qualificate per operazioni su materie straordinarie previste dagli accordi. I nuovi soci potranno cedere dopo sei mesi, e su gradimento di Pirelli, fino al 49% della quota acquisita. Se L’Ipo non dovesse concretizzarsi entro quattro anni e sei mesi dalla data dell’accordo, Pirelli avrà la facoltà di rientrare in possesso della quota ceduta ad un prezzo pari al maggiore tra il valore del titolo al momento del buy back e quello versato dalle merchant bank al momento dell’acquisto, maggiorato di un tasso di rendimento concordato tra le parti. Le banche d’affari verranno retribuite con commissioni pari al 3% del controvalore dell’operazione e con l’1% annuo fino all’Ipo. Il closing dell’operazione è previsto per questa settimana.