Pirelli Tyre, il mercato chiede lo sconto sul prezzo

Inviato da Redazione il Gio, 29/06/2006 - 08:00
Non è tempo di Ipo. E il mercato chiede lo sconto. Dopo il ritiro di Api, Value Partners e Italtel, ora tocca a Pirelli affrontare le incertezze degli investitori. Che a due giorni dalla chiusura del collocamento della controllata Pirelli Tyre, attiva nel settore pneumatici, sembrano intenzionati a chiedere uno sconto per riempire il libro degli ordini. A maneggiare il dossier è il banchiere Gerardo Braggiotti che ha arruolato, nello stile tipico di Marco Tronchetti Provera, numero uno di Pirelli, un nutrito schieramento di banche d'affari. Ciascuna con il suo compitino. Le italiane Caboto, Mediobanca e Capitalia. E le straniere Jp Morgan, Merrill Lynch, Goldman Sachs e Morgan Stanley. Ma la potenza di fuoco schierata potrebbe non essere sufficiente a vincere le perplessità degli investitori. Ieri il book ha stentato a riempirsi e molti ordini erano nella parte bassa della forchetta. L'impressione di molti addetti ai lavori è che l'Ipo potrebbe andare a buon fine, solo se la società accettasse di abbassare il prezzo o di ridurre il quantitavo di titoli posti in vendita, pari a 90 milioni di azioni.
COMMENTA LA NOTIZIA