1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Pirelli, sotto 5,77 euro la gomma si buca

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sembrano trovare conferma i segnali di vendita generati da Pirelli ad inizio anno. Dopo quasi due anni di rialzi le azioni del gruppo della Bicocca hanno infatti violato al ribasso la trendline di lungo periodo ottenuta con i minimi dell’8 luglio 2009 e del 25 agosto 2010. Segnali di deterioramento del quadro grafico si erano già manifestati ad inizio dicembre, in particolar modo con l’engulfing bearsi del 9 dicembre. Negli ultimi giorni i tentativi di rialzare la testa sono stati ostacolati dalle resistenze espresse dalla media mobile a 14 e 55 sedute oltre che dalle nuove resistenze rappresentate dai vecchi supporti statici di 6,09 euro. Nell’immediato diventa interessante osservare il comportamento del titolo in caso di nuovo attacco ai supporti di 5,77 euro, livello che da novembre in poi ha sempre fornito un valido sostegno alle azioni: il suo cedimento provocherebbe un ulteriore brusco deterioramento del quadro grafico, con concrete possibilità di accelerazione ribassista. A livello operativo è possibile sfruttare tali indicazioni posizionandosi in vendita a 5,96 euro. Con stop collocato a 6,30 euro, il target immediato è a 5,77 euro mentre quello più interessante è a 5,15/5,20 euro.