1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Pirelli: ricorrerà in appello contro decisione Commissione Ue, nessun impatto finanziario

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“La decisione della Commissione europea conferma che non c’è stato un coinvolgimento diretto di Pirelli nel presunto cartello nel business dei cavi per il trasporto energia. L’unico legame tra Pirelli e la contestata violazione antitrust è riconducibile al principio della cosiddetta ‘parental liability’, in quanto, durante parte del periodo del presunto cartello, il capitale di Prysmian era detenuto da Pirelli”. Recita così una nota diffusa dal gruppo della Bicocca, in cui ricorda che nel 2009 la Commissione europea ha avviato un’indagine su un presunto cartello tra i produttori di cavi sotterranei e sottomarini per il trasporto energia. L’indagine ha coinvolto i principali operatori del settore a livello internazionale, tra cui Prysmian Cavi e Sistemi e le società controllanti che, nel caso di Prysmian, includono Pirelli, che ha detenuto il capitale della società di cavi dal 1999 al 2005, nonché Goldman Sachs cui Pirelli ha venduto il business dei cavi nel 2005.

Pirelli nella nota fa sapere che ricorrerà in appello contro la decisione della Commissione europea contestando l’applicazione del principio di ‘parental liability’. Pirelli, in particolare, “sulla base di accurate analisi giuridiche e di pareri legali esterni, ritiene che non le sia applicabile il principio della ‘parental liability’ e che, non essendo coinvolta nelle presunte irregolarità della sua ex controllata, la piena responsabilità finale dell’eventuale violazione (e del pagamento della relativa sanzione) debba essere esclusivamente a carico della società direttamente coinvolta nella presunta violazione. Di conseguenza Pirelli non prevede impatti finanziari derivanti da tale decisione”.

Male Pirelli a Piazza Affari. Il titolo sul Ftse Mib segna un ribasso dello 0,17% a 11,42 euro.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Pirelli: Marco Polo al 96% del capitale dopo riapertura termini

Dopo la riapertura dei termini dell’Offerta, Marco Polo Holding deterrà 456.563.142 azioni ordinarie Pirelli, pari al 95,969% del capitale sociale. Durante la riapertura dei termini dell’offerta sono state portate in adesione 42.748.690 azioni ordinarie Pirelli, pari all’8,986% del capitale sociale. Il controvalore complessivo della riapertura è pari a 641.230.350 euro.

Pirelli: Malacalza aderisce all’Opa, superato il 55% del capitale

Nell’ambito dell’Opa su Pirelli lanciata da Marco Polo Industrial Holding, Malacalza Investimenti ha conferito il suo 6,98%. Con questo conferimento l’offerente ha superato il 55% del capitale (condizione che fa scattare la fusione con Pirelli).

Pirelli: Equita taglia il giudizio e consiglia di aderire all’Opa

Equita taglia il giudizio a reduce su Pirelli e consiglia di aderire all’Opa anche alla luce della sovraperformance rispetto al mercato italiano favorita proprio dall’Opa. “Pur restando dell’idea che i benefici dello spin-off della divisione consumer e della fusione di quella industrial con Aeolus permettano di ottenere valutazioni superiori al prezzo dell’Opa, non intendiamo correre […]

Pirelli: John Paulson esce dall’azionariato (Consob)

John Paulson ha ridotto a zero la partecipazione nel gruppo Pirelli. Lo ha reso noto la Consob nel bollettino quotidiano sulle partecipazioni rilevanti. La quota, pari al 6,046%, era stata dichiarata in Consob lo scorso 15 maggio, dopo il superamento della quota del 5%, limite stabilito dalla regolamentazione per i fondi d’investimento. Pirelli è attualmente […]