Pirelli, l'inizio 2011 ha fornito segnali di vendita di lungo periodo

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 11/01/2011 - 11:27
Quotazione: PIRELLI & C
Dopo quasi due anni di costante apprezzamento inizia a deteriorarsi il quadro grafico di lungo periodo di Pirelli. Le azioni del gruppo della Bicocca hanno infatti violato al ribasso nel corso delle prime sedute del nuovo anno i supporti mobili offerti al titolo dalla trendline di lungo periodo ottenuto con i minimi dell'8 luglio 2009 e del 25 agosto 2010. Un primo segnale di vendita lo si era avuto già in occasione della seduta del 9 dicembre quando a livello grafico fu disegnata una candela, l'engulfing bearish, tipicamente di inversione del trend precedente. Tale indicazione peraltro giungeva in un'area, quella prossima alla soglia dei 6,50 euro storicamente ricca di resistenze e supporti. L'abbandono dei supporti statici di breve rappresentati da 6,09 euro è infine l'ultimo elemento che fa propendere per l'implementazione di una strategia ribassista quantomeno di medio periodo. In quest'ottica è dunque possibile posizionare i propri ordini di vendita in caso di ritorno del titolo all'altezza della soglia psicologica dei 6 euro. Con stop collocato a 6,30 euro, il primo target non molto ambizioso ma al tempo stesso veloce da raggiungere è individuato a 5,77 euro, ossia in prossimità dei minimi registrati in novembre. Più consistente il secondo obiettivo dell'operatività, ottenuto estendendo al ribasso il range di contrattazione che ha caratterizzato i corsi di Pirelli tra metà ottobre e fine dicembre: in questo caso il target è posizionato a 5,15/5,20 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA