1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Pirelli: Equita consiglia buy, SocGen taglia a hold ma alza stime di eps 2010-2012

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Equita continua a ritenere Pirelli un’azione da acquistare. Il broker milanese ha alzato il prezzo obiettivo del 3% a 7,2 euro e “un’accelerazione dell’entrata nel mercato russo può aggiungere alla nostra valutazione oltre 0,40 euro per share (+6%)”. Gli analisti hanno riportato minimi aggiustamenti alle loro stime di gruppo che restano sostanzialmente in linea con la guidance di Ebit nel 2011 (455 milioni di euro contro 438-489 milioni) e inferiori dell’11-19% rispetto a quella del 2013 (566 milioni contro 635-696 milioni).


Nel fine settimana, Il Messaggero ha riportato che Pirelli starebbe rinegoziando le linee in scadenza il prossimo biennio. Secondo il quotidiano romano, il gruppo della Bicocca punterebbe ad ottenere 1,2 miliardi in 5 anni ad uno spread di 150 bps sull’Euribor, mentre le banche (Intesa SanPaolo, BNP Paribas e Unicredit) chiederebbero uno spread leggermente maggiore. Il gruppo dei pneumatici non ha però commentato questa notizia. A Piazza Affari il titolo Pirelli cede lo 0,49% a 6,06 euro.  

Da segnalare anche il downgrade da parte di Societe Generale. Gli analisti della banca francese hanno tagliato la raccomandazione sul titolo del gruppo della Bicocca a hold dal precedente buy, perché “l’azione ha fortemente sovraperformato il mercato negli ultimi 18 mesi ed è vicino al nostro target price, che abbiamo alzato recentemente a 6,40 da 6,30 euro”. Il broker transalpino ha però alzato le stime di eps 2010-2012.


“Abbiamo alzato le nostre previsioni nel 2011 e nel 2012 perché ci aspettiamo che continuerà la crescita della domanda, soprattutto nei mercati secondari e in quelli emergenti”, si legge nella nota odierna di Societe Generale, che prevede un Ebit 2011 per la divisione Tyres di 480 milioni di euro dai 410 milioni indicati in precedenza. “Una stima che assume un miglioramento nel mix di prezzo che controbilancerà l’incremento nei costi delle materie prime”. Gli analisti di SocGen hanno quindi alzato le previsioni di eps 2011 a 0,53 da 0,49 euro, mentre quelle del 2012 sono state portate a 0,65 da 0,56 euro.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CALCIO

Juventus: acquisizione definitiva del calciatore Juan Cuadrado

La Juventus, che ieri si è laureata Campione d’Italia per il sesto anno consecutivo, ha emesso una nota per annunciare che “a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali”, è scattato l’obbligo di acquisto a titolo definitivo da…

COLLOCAMENTO AZIONI

Emak: Yama avvia un collocamento sul 10% del capitale

Yama Spa, azionista di maggioranza di Emak con il 75,185% del capitale, ha avviato la cessione di massime 16,4 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% del totale. Il collocamento verrà realizzato attraverso una procedura di accelerated book …

AIM

Safe Bag: titolo in asta di volatilità dopo massimo storico

Asta di volatilità per il titolo Safe Bag che, in rialzo del 15,77% a 3,46 euro, oggi ha fatto segnare un nuovo massimo storico a 3,466 euro.

La società, quotata sul listino AIM Italia, ha annunciato di aver vinto la gara presso l’aeroporto inte…

Euribor: tre mesi fissato a -0,329%

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato questa mattina a -0,329%, in rialzo rispetto al fixing di venerdì 19 maggio che era pari a -0,331 per cento. …

Spread Btp-Bund a 173 punti base, rendimento al 2,12%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta a 173 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 2,12%, mentre il tasso del Bund con pari scadenza viaggia in area 0,39 per cento.