1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Pioneer non sfugge alla crisi: taglia 6.000 posti di lavoro e rivede target esercizio in corso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’elettronica non sfugge alla crisi. Anche il colosso giapponese Pioneer ha dovuto rivedere i suoi obiettivi a causa del duro contesto economico che prefigura un rallentamento dei consumi più lungo del previsto. La società adesso prevede di chiudere l’esercizio in corso che si concluderà il prossimo 31 marzo con una perdita di 130 miliardi di yen (1,1 miliardi di euro). Per limitare i danni è stato annunciato anche un taglio di 6.000 posti di lavoro.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUTOMOTIVE

FCA: Dipartimento di Giustizia ha depositato una causa civile

Confermate le indiscrezioni, il Dipartimento di giustizia statunitense, per conto dell’Agenzia per la Protezione Ambientale (EPA), ha depositato una causa civile in cui accusa Fiat Chrysler di aver utilizzato un software per bypassare i controlli sul…

MACRO

Germania: bid-to-cover stabile nell’asta di Schatz a due anni

L’agenzia tedesca per la gestione del debito ha collocato 3,965 miliardi di Schatz a due anni. Il rendimento medio si è attestato al -0,65 per cento, dal -0,69 dell’asta di fine aprile, mentre il tasso di copertura si è confermato a 1,2 volte.

Grecia: Borsa Atene debole dopo mancato accordo su debito

Borsa di Atene debole dopo il mancato accordo tra i creditori internazionali sulla riduzione del debito greco, con la decisione di posticipare la decisione alla riunione di metà giugno. Sulla piazza finanziaria ellenica prevalgono le vendite: l’indic…