Pininfarina spulcia ancora le manifestazioni d'interesse, ma il titolo si porta avanti

Inviato da Micaela Osella il Mar, 04/01/2011 - 12:22

Una girandola di ordini d'acquisto sostiene Pininfarina, che anche strappa al rialzo a Piazza Affari, dopo la buona prova della vigilia in cui ha guadagnato l'8,83%. Il rally andato in onda questa mattina a Piazza Affari ha costretto la società a intervenire, su richiesta delle autorità del mercato, con una nota ufficiale per ribadire che nessuna decisione è stata presa.  Dal quartier generale di Pininfarina viene fatto sapere che si è ancora "in una fase di raccolta delle manifestazioni di interesse dei potenziali acquirenti", ma è quanto basta per far partire la fantasia.

Poco importa se "il procedimento di acquisizione, che prevede diversi momenti gestiti da Banca Leonardo, è ancora in una fase preliminare" e se Pininfarina ha ribadito che, "nel momento in cui una qualsiasi trattativa abbia raggiunto un stadio tale da poter essere comunicato al mercato, la società se ne farà prontamente carico", il mercato si porta avanti.
 
Non c'è più sulla carta solo la pista del finanziere Vincent Bollorè, che ha già stretto una partnership commerciale con il designer torinese per lo sviluppo di un'auto elettrica e che si è più volte detto pronto a entrare nel capitale della società, a tener alta la soglia di interesse su Pininfarina.  Da qualche giorno è forte il tran tran di ordini di acquisto sul titolo. Il motivo? Gli operatori hanno prestato orecchio a un nuovo epilogo dal sapore esotico.
 
L'indiscrezione di stampa che il produttore automobilistico cinese cinese Beijing Automotive Industry Company (Baic) fosse pronta a depositare un'offerta d'acquisto sulla casa automobilistica torinese, solletica gli investitori. A mezzogiorno il gruppo guadagna oltre il 7% sui massimi di 4,135 euro, con volumi più che sostenuti: sono, infatti, circa 1,6 milioni i titoli scambiati contro una media giornaliera di 181mila. Nell'ultimo mese l'azione del designer per le quattro ruote ha guadagnato in Borsa il 9,9% e negli ultimi sei mesi, nonostante qualche incertezza di Piazza Affari, il saldo rimane molto positivo: +78,6%.
COMMENTA LA NOTIZIA