Pil Usa: analisti, confermate per il 2005 stime di crescita al 3,5%

Inviato da Redazione il Gio, 29/09/2005 - 17:19
I dati statunitensi di oggi hanno confermato la crescita dell'economia statunitense nel secondo trimestre al 3,3%. E' possibile prevedere una diminuzione di tale tasso in conseguenza degli uragani che hanno colpito gli stati meridionali degli Usa? Finanza.com lo ha chiesto a un analista di una banca d'investimenti italiana, ricavando indicazioni tranquillizzanti. "L'impatto negativo dell'uragano Katrina - dice l'analista - dovrebbe interessare nell'ambito del prossimo trimestre solo il mese di settembre. L'impatto negativo più marcato dovrebbe aversi invece nel quarto trimestre, però successivamente dovrebbe essere sempre più forte l'impatto del processo di ricostruzione, stimato in circa 200 miliardi di dollari, e a mio giudizio rimane quindi confermata la possibilità di una crescita media del Pil reale per il 2005 pari al 3,5%". Di difficile lettura anche l'effetto sulla dinamica occupazionale, specie dopo la diminuzione segnalata oggi dalle richieste di sussidi di disoccupazione. "Sarà piuttosto complesso stimare l'impatto dell'uragano Katrina ai fini del dato sui non farm pay rolls in pubblicazione il prossimo 7 ottobre - chiarisce infatti l'analista - ma il dato di oggi segnala la possibilità di una penalizzazione della dinamica occupazionale meno forte del previsto".
COMMENTA LA NOTIZIA