1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Pil: preoccupanti segnali di rallentamento per l’economia (Nomisma)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Rallenta la crescita dell’Italia che nell’ultimo trimestre dell’anno segna un tiepido +0,1% t/t. “La crescita lievissima stimata per l’ultima parte del 2015 rispetto al trimestre precedente rivela preoccupanti segnali di rallentamento, prima ancora che si manifestasse l’accelerazione tanto attesa”, afferma Andrea Goldstein, Managing Director di Nomisma nel commentare i dati Istat del quarto trimestre del 2015. “Un’economia che riemerge molto timidamente dalla peggiore recessione della storia repubblicana – aggiunge l’economista di Nomisma – ma che è ancora ben lontana dal fare il salto in avanti necessario per voltare pagina”.

Entrando nel dettaglio dei dati trimestrali, Goldstein pone l’accento sul fatto che il contributo della componente nazionale della domanda è negativo, mentre si conferma l’apporto positivo della componente estera netta “scongiurando per il momento il rischio del contagio del rallentamento cinese. Ma non di solo export può essere fatta la ripresa italiana”.
In prospettiva, il moltiplicarsi da fine 2015 di fattori d’incertezza geopolitica a livello internazionale, poi esplosi con l’aggiustamento brutale delle Borse, “mettono a dura prova le vendite sull’estero. E consumi e investimenti rischiano di non crescere affatto, soprattutto se il fronte meridionale dell’Eurozona entra di nuovo in fibrillazione, come lasciano presagire le nubi che si addensano all’orizzonte tra Atene e Lisbona”, conclude Goldstein.