Pil: Confindustria migliora le stime, cruciale è la stabilità politica

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 11/09/2013 - 11:25
Il Prodotto interno lordo italiano è visto per il 2013 in calo dell'1,6% mentre per il 2014 è stimato in crescita dello 0,7%. Il Centro Studi di Confindustria rivede così al rialzo le sue previsioni sul Pil tricolore di giugno che erano ferme ad un -1,9% per quest'anno e ad un +0,5% per il prossimo. L'export e la ricostituzione delle scorte guidano l'uscita dell'Italia dalla recessione, la seconda della lunga crisi iniziata nel 2007, scrivono da Confindustria, sottolineando però che l'uscita sarà lenta.

Per Viale dell'Astronomia, "sulla strada della ripresa persistono rischi, interni e internazionali, e ostacoli. Cruciale è la stabilità politica per rinsaldare la fiducia di imprese e consumatori. Le previsioni del CSC collocano l'interruzione della caduta del Pil nel terzo trimestre di quest'anno e il ritorno a variazioni positive nel quarto".
COMMENTA LA NOTIZIA