1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Il pil cinese 2007 ai livelli massimi degli ultimi tredici anni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il gigante cinese continua a correre anche se nell’ultimo trimestre ha leggermente rallentato il passo. E’ il quadro generale che emerge dalle rilevazioni del pil relativo all’anno 2007. Incurante, per il momento, delle previsioni di recessione negli Stati Uniti e delle possibili ripercussioni sull’economia globale, il prodotto interno lordo dell’ex-Celeste Impero è cresciuto nel 2007 dell’11,4%, il tasso di crescita più elevato degli ultimi tredici anni. Per quanto riguarda invece l’ultimo trimestre dello scorso anno, l’incremento del pil è stato dell’11,2% contro l’11,5% del trimestre precedente. Si rimane, in ogni caso, su livelli molto elevati e per il momento non si è ancora visto il raffreddamento dell’economia auspicato dalle stesse autorità governative della Repubblica Popolare.


E anche se le rilevazioni sull’inflazione hanno indicato una frenata nella crescita dei prezzi, l’attenzione verso il problema rimane elevato come testimoniano le attese di ulteriore restrizione monetaria. A dicembre l’indice dei prezzi al consumo si è attestato a +6,5% dopo il 6,9% registrato nel mese di novembre per un complessivo annuo al 4,8%.

Il mercato azionario di Shanghai ha mostrato di gradire questi dati con una chiusura positiva anche se sono stati penalizzati i titoli del comparto bancario proprio per le attese di restrizione monetaria. Le banche hanno avuto tuttavia il loro momento di gloria dopo che l’autorità di regolamentazione dei mercati finanziari cinese ha siglato un accordo con la controparte di Singapore per permettere alle banche della Repubblica Popolare di investire in azioni quotate sul mercato della Città-stato