1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari: Unicredit svetta tra i bancari, sempre in prima fila i cementieri -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Riflettori di Piazza Affari sempre accesi sul comparto cementiero. In chiusura Buzzi (+5,76%) e Italcementi (+4,93%) stazionano ancora una volta tra i best performer del Ftse Mib. In prima fila anche Bulgari (+4,75%) su cui oggi Morgan Stanley ha alzato il prezzo obiettivo da 3,12 a 4 euro.
Chiusura sui nuovi massimi a 10 mesi e mezzo per Unicredit (+5,20% a 2,58 euro) sull’onda del buy reiterato da Goldman Sachs che ha inoltre alzato il prezzo obiettivo da 2,5 a 3 euro. Goldman vede pertanto ancora un potenziale upside per Unicredit che nonostante la netta sovraperformance da marzo in avanti del titolo Unicredit rispetto al settore bancario Ue tratta ancora con “uno sconto significativo” rispetto ai peers europei. Il broker statunitense ha rivisto al rialzo le proprie stime di utile per azione (Eps) rispettivamente del 52% per l’Eps 2009, del 4% per quello 2010 e del 18% per quello 2011, rimarcando come le stime al 2011 siano prudenziali assumendo un recupero parziale della profittabilità. Sempre tra i bancari seduta senza verve invece per Banco Popolare (+0,66%). In attesa dei riscontri trimestrali in arrivo il 28 agosto, oggi gli analisti di Ubs si sono espressi sull’istituto veronese alzando la valutazione. Il target price è salito a 6,1 euro da 5,1 euro a seguito di una revisione al rialzo delle stime alla luce del piano di ristrutturazione della banca. Raccomandazione “neutral” confermata. Tra i pochi segni meno di Piazza Affari spiccano Tenaris e Ansaldo Sts, entrambe in calo di oltre 2 punti percentuali. In marginale rosso anche Telecom Italia (-0,09%).