1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari torna a salire, Fiat inciampa su conti Chrysler

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prima seduta dell’ottava in costante territorio positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha subito aperto in rialzo di circa 1 punto percentuale mantenendosi in forte rialzo per l’intera giornata e andando a chiudere in progresso dell’1,22% a 21.341 punti. Le Borse europee hanno accolto con favore il balzo oltre le attese dell’export tedesco a giugno (+3,8 per cento rispetto a maggio), mentre cresce l’attesa per nuove mosse della Federal Reserve che potrebbe annunciare l’avvio di un nuovo piano di quantitative easing per stimolare la crescita. Oggi nessun dato in arrivo dagli Usa.
A Piazza Affari spiccano i rialzi messi a segno da Unipol (+3,65%) e Mediaset (+2,55%). Tra i bancari a primeggiare è stata Intesa Sanpaolo salita del 2,29%. Rialzo nell’ordine del 2% anche per Enel che ha beneficiato del giudizio “buy” reiterato oggi da Goldman Sachs. Il broker statunitense vede un newsflow positivo per il gruppo energetico che potrebbe trainare il titolo. Il prezzo obiettivo è stato alzato da 5,2 a 5,3 euro.
Tra i pochi segni meno di giornata spicca quello di Fiat (-1,96%) che ha virato in negativo a metà giornata in scia ai deboli riscontri arrivati dalla trimestrale di Chrysler. La casa automobilistica statunitense che vede Fiat come azionista di riferimento ha riportato nel secondo trimestre un utile operativo di 183 milioni di dollari, in crescita del 28% rispetto ai primi tre mesi del 2010. I ricavi hanno raggiunto quota 10,5 miliardi di dollari, in aumento dell’8% rispetto al trimestre precedente. La perdita netta risulta pari a 172 milioni di dollari contro i -197 milioni del primo trimestre. Numeri in deciso miglioramento ma sotto le attese. Equita Sim stimava rispettivamente una perdita netta trimestrale di 5 mln, trading profit di 290 mln e ricavi a 11,6 mld.