1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari torna a salire, sprint di Stm e Ferrari

QUOTAZIONI FerrariAtlantia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giro di boa settimanale in buon rialzo per Piazza Affari che ha chiuso in crescendo sulla scia dei nuovi record toccati nel pomeriggio dalla Borsa di New York. In una giornata priva di riscontri macro, le attenzioni sono tornate all’earning season con in Europa i riscontri oltre le attese diffusi da Electrolux and ASML Holding. Oltreoceano utili sopra le stime per Morgan Stanley.
In chiusura il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,44% a 21.452 punti.

Seduta altalenante per Atlantia che ha chiuso in rialzo dell’1,46% dopo un avvio difficile in scia all’emergere della possibilità di una contro-Opa su Abertis. Aena, operatore spagnolo di aeroporti, aveva considerato il lancio di un’offerta su Abertis per poi rinunciare a proseguire complice, stando le indiscrezioni rimbalzate dalla Spagna, la frenata voluta dall’azionista statale di Aena, Enaire. Il motivo per cui lo stesso governo spagnolo avrebbe detto no a un eventuale takeover di Aena sarebbe stato il timore verso quella che si sarebbe confermata, di fatto, una nazionalizzazione di Abertis.

Tra i migliori titoli del Ftse Mib spicca STMicroelectronics (+3%) che beneficia dei positivi risultati dell’olandese Asml.

Scatto in avanti anche per Ferrari (+3,38% a 84,2 euro). Analisti ottimisti in vista della trimestrale del Cavallino Rampante in uscita il prossimo 2 agosto. Banca Akros si attende ottimi risultati nel secondo trimestre che potrebbe rivelarsi il migliore dell’anno con consegne stimate a quota 2.341 vetture, pari a un incremento del 5,7% anno su anno.

In calo invece A2A (-0,14%). La stampa montenegrina ha riportato che le azioni dell’utility Epcg che fanno capo ad A2A sarebbero state fatte oggetto di un provvedimento di “blocco” da parte dell’Alta Corte di Podgorica, su richiesta della Procura Speciale dello Stato del Montenegro. “Accertamenti sono in corso – ha risposto A2A in una nota – allo scopo di verificare la sussistenza, i contenuti e le ragioni di un simile provvedimento, non essendo ancora stato notificato alcun atto alla società, che intende tutelare i propri diritti in ogni sede utile”.