1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari strappa il segno più, Bulgari super star -2

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

All’ombra della Madunina protagonista assoluta è stata Bulgari (+59,42% a 12,10 euro) che si è portata sui livelli di prezzo dell’Opa obbligatoria dopo l’annunciato passaggio del marchio del lusso sotto il controllo di Lvmh. La società francese ha raggiunto un accordo con la famiglia Bulgari in base al quale Paolo e Nicola Bulgari, insieme a Francesco Trapani, conferiranno la loro quota in Lvmh in cambio di azioni Lvmh, diventando il secondo maggiore azionista del gruppo francese. Il rapporto di concambio ha valutato le azioni Bulgari 12,25 euro per share. Al termine di questo processo, Lvmh lancerà obbligatoriamente l’Opa cash sul titolo Bulgari allo stesso prezzo, 12,25 euro per share. La mossa ha messo le ali a tutto il settore del lusso: le Luxottica hanno guadagnato l’1,24% a 22,80, le Tod’s il 5,59% a 77,40 euro e le Damiani il 7,34% a 1,11 euro. Dopo un esordio in rosso, a causa della richiesta della Consob a Groupama di due Opa su Fonsai e Premafin, sulle società della famiglia Ligresti sono tornati gli ordini d’acquisto in attesa di conoscere le mosse della compagnia francese. Il mercato si è interrogato ora sui possibili scenari aperti dal mancato esonero dall’obbligo di Opa, cui Groupama aveva vincolato il proprio investimento in Premafin. Fondiaria-Sai ha tagliato il traguardo in rialzo dell’8,61% a 7,25 euro, Premafin è salita dello 0,68% a 0,74 euro e Milano Assicurazioni del 5,26% a 1,22 euro. In una nota diffusa ieri notte la holding dei Ligresti ha indicato che valuterà le opzioni per rafforzare il patrimonio del gruppo, mentre sabato Groupama ha annunciato che si prenderà qualche giorno per valutare il da farsi dopo che la Consob ha imposto l’opa.