1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Piazza Affari sopra quota 15.000 punti. Segno più per gli altri listini europei

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la prima seduta della settimana in territorio positivo. I riflettori sono sempre puntati sulla Grecia e sulla controversia tra la Bundesbank e la Bce, dato che la Banca centrale tedesca ha ribadito la sua contrarietà all’acquisto di titoli di Stato sul mercato secondario da parte dell’Eurotower. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha mostrato un progresso dello 0,89% a 15.012 punti. Mediobanca ha svettato sul paniere principale proseguendo il rally iniziato ad inizio agosto. Il titolo di piazzetta Cuccia ha mostrato un progresso del 4,53% a 3,602 euro, mentre dallo scorso 2 agosto il balzo è di ben 40 punti percentuali. Positivi, ad eccezione del Monte dei Paschi (-1% a 0,238 euro), gli altri titoli del comparto bancario: Intesa SanPaolo ha guadagnato il 3,03% a 1,226 euro, Ubi Banca l’1,34% a euro, Banco Popolare l’1,26% a 1,123 euro, Unicredit l’1,10% a 3,136 euro. Tra i titoli migliori sul Ftse Mib da segnalare anche Mediaset (+3,78% a 1,621 euro) e A2A (+3,50% a 0,425 euro). Fiat (+0,37% a 4,394 euro) è sempre sotto i riflettori di Piazza Affari. Secondo quanto riportato da La Repubblica, il gruppo torinese starebbe pianificando ulteriori collaborazioni con Mazda, che sarebbe interessata a dotarsi di una base produttiva in Europa. Infine Pirelli ha ceduto lo 0,39% a 8,93 euro con Kepler che ha tagliato il rating a hold dal precedente buy.

Chiusura tutta in positivo per gli altri listini europei. A Parigi il Cac40 ha terminato in rialzo dello 0,86% portandosi a 3.462,83 punti, +1,1% per il Dax che si è fermato a 7.047,45 e +1,21% dell’Ibex, salito a 7.398,9. Londra chiusa per festività.