Piazza Affari sopra quota 15.000 punti. Segno più per gli altri listini europei

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 28/08/2012 - 08:58
La Borsa di Milano ha chiuso la prima seduta della settimana in territorio positivo. I riflettori sono sempre puntati sulla Grecia e sulla controversia tra la Bundesbank e la Bce, dato che la Banca centrale tedesca ha ribadito la sua contrarietà all'acquisto di titoli di Stato sul mercato secondario da parte dell'Eurotower. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha mostrato un progresso dello 0,89% a 15.012 punti. Mediobanca ha svettato sul paniere principale proseguendo il rally iniziato ad inizio agosto. Il titolo di piazzetta Cuccia ha mostrato un progresso del 4,53% a 3,602 euro, mentre dallo scorso 2 agosto il balzo è di ben 40 punti percentuali. Positivi, ad eccezione del Monte dei Paschi (-1% a 0,238 euro), gli altri titoli del comparto bancario: Intesa SanPaolo ha guadagnato il 3,03% a 1,226 euro, Ubi Banca l'1,34% a euro, Banco Popolare l'1,26% a 1,123 euro, Unicredit l'1,10% a 3,136 euro. Tra i titoli migliori sul Ftse Mib da segnalare anche Mediaset (+3,78% a 1,621 euro) e A2A (+3,50% a 0,425 euro). Fiat (+0,37% a 4,394 euro) è sempre sotto i riflettori di Piazza Affari. Secondo quanto riportato da La Repubblica, il gruppo torinese starebbe pianificando ulteriori collaborazioni con Mazda, che sarebbe interessata a dotarsi di una base produttiva in Europa. Infine Pirelli ha ceduto lo 0,39% a 8,93 euro con Kepler che ha tagliato il rating a hold dal precedente buy.

Chiusura tutta in positivo per gli altri listini europei. A Parigi il Cac40 ha terminato in rialzo dello 0,86% portandosi a 3.462,83 punti, +1,1% per il Dax che si è fermato a 7.047,45 e +1,21% dell'Ibex, salito a 7.398,9. Londra chiusa per festività.
COMMENTA LA NOTIZIA