Piazza Affari: si salvano Impregilo e Unicredit, giù Finmeccanica -2-

Inviato da Redazione il Ven, 20/08/2010 - 17:51
In tenuta Unicredit (-0,05% a 1,937 euro). Secondo le indiscrezioni riportate da "Investment News", la vendita della società di asset management avverrebbe a condizioni migliori attraverso la cessione separata delle sue attività, in particolare di quelle europee e di quelle statunitensi. "La separazione servirebbe a facilitare la cessione delle attività Usa, che avendo una distribuzione non captive sono meno rischiose per il compratore", sottolineano gli analisti di Equita.

Seduta difficile invece per Finmeccanica (-2,96%). Sull'andamento del titolo del gruppo guidato da Pier Francesco Guarguaglini ha inciso la decisione di Nomura di ridurre la valutazione da 13,3 a 10 euro. Secondo il broker nipponico i budget di spesa per la difesa potrebbero essere rivisti nei prossimi anni. Confermata, invece, la raccomandazione di acquisto con il 2011 che dovrebbe essere un buon anno per la compagnia in termini di ordini, crescita dei profitti e di generazione di cassa.
Vendite diffuse anche su Prysmian (-2,80%) e Bulgari (-2,64%). Peggior titolo del Ftse Mib è stato Azimut (-3,64%). Oggi dalle comunicazioni Consob si è appreso che Aviva detiene in gestione del risparmio il 2,07% della società.
COMMENTA LA NOTIZIA