1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari si riprende nel finale, Ftse Mib chiude in rialzo dello 0,45% -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in rialzo scattando nel finale dopo l’annuncio delle dimissioni del presidente egiziano, Hosni Mubarak. A dare fiato al listino ci ha pensato anche la fiducia americana di febbraio, calcolata dall’Università del Michigan, salita oltre le attese a 75,1 punti. E così, dopo la debolezza della prima parte di giornata, a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,44% a 22.695 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,38% a quota 23.307.

Attenzione molto alta intorno ai titoli del Lingotto: Fiat ha guadagnato lo 0,14% a 7,16 euro, Fiat Industrial l’1,46% a 10,40 euro. Domani a Palazzo Chigi è atteso l’Ad della casa automobilistica, Sergio Marchionne, per un incontro con il premier Berlusconi. Un appuntamento reclamato da più parti, dopo le recenti dichiarazioni rilasciate da Marchionne su una possibile fusione con Chrysler e l’ipotesi del trasloco del gruppo a Detroit, che ha sollevato non poche polemiche. Oggetto della riunione saranno lo stato di attuazione e le prospettive del progetto Fabbrica Italia e l’evoluzione dell’integrazione tra Fiat e Chrysler. Bene Pirelli (+1,66% a 6,11 euro) all’indomani del collocamento di bond per 500 milioni di euro. Ieri in tarda serata è stato reso noto che il gruppo della Bicocca ha concluso con successo il collocamento presso investitori istituzionali internazionali di un prestito obbligazionario, unrated, sul mercato Eurobond per un importo nominale complessivo di 500 milioni di euro.