1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Piazza Affari si muove sotto la parità, già svanito l’effetto stress test?

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo un inizio di giornata positivo, trainato dalle chiusure in rialzo di Tokyo e Wall Street, la Borsa di Milano ha cambiato direzione e viaggia adesso sotto la parità (Ftse Mib -0,30% a 20.546 punti). Sembra quindi scemare l’entusiasmo per l’esito degli stress test su 91 banche europee, pubblicati venerdì scorso a mercati chiusi. Le prove di resistenza, infatti, hanno visto bocciati solo sette istituti: cinque casse spagnole, uno tedesco e uno greco. Promosse le cinque banche italiane, ovvero Unicredit, Intesa, Mps, Banco Popolare e Ubi Banca.

Il mercato però comincia a dubitare della metodologia utilizzata per gli stress test, considerata troppo blanda. Alcuni analisti scommettono inoltre che ora l’attenzione si sposterà sulle 17 banche che hanno registrato un Core tier 1 post-stress tra il 6% e il 7%, comprese le italiane Monte dei Paschi (6,2%) e Ubi Banca (6,8%). Ma il vero market mover della mattinata è stato innescato dal Financial Times. Secondo quanto riportato dal quotidiano britannico, almeno sei banche tedesche, delle 14 coinvolte nei crush test, non avrebbero pubblicato l’esposizione in debiti sovrani. Secondo alcuni esperti, il mancato rispetto delle regole potrebbe significare che le banche in questione abbiano qualcosa da nascondere e compromettere la credibilità dell’impianto degli stress test.