1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari: rally dei bancari, soffrono Enel e Fiat -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Indici azionari senza direzione nell’ultima seduta dell’ottava. Piazza Affari nella giornata di contrattazioni ha più volte cambiato direzione andando a chiudere poco sopra la parità con l’indice ftse Mib a quota 19.961 punti (+0,10%). Contrastanti le indicazioni arrivate dagli Stati Uniti con l’ultima lettura del pil statunitense relativa al primo quarter 2010 inferiore a quelle precedenti. Nei primi tre mesi del 2010 l’economia a stelle e strisce è cresciuta del 2,7% annualizzato rispetto al +3% atteso dal mercato. A pesare è stata principalmente la revisione al ribasso del dato sulle spese per consumi (+3% rispetto al +3,5% precedente). Positive invece le indicazioni arrivate dall’indice fiducia consumatori università Michigan, salito a giugno a 76 punti (lettura finale). Il consensus era 75,5 punti dai 73,5 di maggio.

Sul parterre di Piazza Affari a fare la voce grossa sono stati i bancari con in testa al Ftse Mib il titolo Mps (+4,30%). Al G20 di questo week-end dovrebbero essere presentate alcune proposte di modifica al documento di consultazione presentato dal Comitato di Basilea 6 mesi fa. La modifica più rilevante potrebbe essere l’attenuazione dell’obbligo di mantenere un certo livello di funding di lungo termine correlato alla dimensione degli attivi di pari scadenza. “Come prevedibile, l’intensa opera di lobbying delle banche sta portando a un annacquamento della rigorosa normativa proposta nel documento presentato 6 mesi fa”, commentano gli analisti di Centrosim.