Piazza Affari prosegue la seduta sui minimi in attesa dei dati Usa

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 01/06/2012 - 12:35
La Borsa di Milano prosegue la seduta sui minimi, in attesa dell'uscita dei dati in arrivo dagli Stati Uniti sugli occupati del settore non agricolo. L'indice Ftse Mib arretra dell'1,05% a 12.736 punti base mentre il Ftse All share cede l'1% a quota 13.690. Sul listino delle blues chips italiane spicca Generali con un rialzo del 4,81% a 8,61 euro, alla vigilia del Cda straordinario del Leone che si terrà domani e che potrebbe mettere a rischio la poltrona dell'amministratore delegato, Giovanni Perissinotto. Vola anche Mediobanca (+3,26% a 2,91 euro). L'amministratore delegato di piazzetta Cuccia, Alberto Nagel, avrebbe chiesto lui stesso le dimissioni di Perissinotto. Si sgonfia Finmeccanica, dopo i rialzi della mattinata legati alla promozione di Ubs. Profondo rosso per Tenaris (-5,20% a 12,21 euro), dopo che Credit Suisse ha abbassato il rating da neutral ad underperform. Misti i bancari: in progresso dell'1,50% Bpm e dello 0,28% Banco Popolare. Male Unicredit (-0,08%), Intesa Sanpaolo (-0,35%), Ubi Banca (-0,45%) e Mps (-1,29%). Un'altra giornata nera per Fiat Industrial che cede il 5,35% a quota 7,695.
COMMENTA LA NOTIZIA