1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari prosegue la seduta sui minimi in attesa dei dati Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano prosegue la seduta sui minimi, in attesa dell’uscita dei dati in arrivo dagli Stati Uniti sugli occupati del settore non agricolo. L’indice Ftse Mib arretra dell’1,05% a 12.736 punti base mentre il Ftse All share cede l’1% a quota 13.690. Sul listino delle blues chips italiane spicca Generali con un rialzo del 4,81% a 8,61 euro, alla vigilia del Cda straordinario del Leone che si terrà domani e che potrebbe mettere a rischio la poltrona dell’amministratore delegato, Giovanni Perissinotto. Vola anche Mediobanca (+3,26% a 2,91 euro). L’amministratore delegato di piazzetta Cuccia, Alberto Nagel, avrebbe chiesto lui stesso le dimissioni di Perissinotto. Si sgonfia Finmeccanica, dopo i rialzi della mattinata legati alla promozione di Ubs. Profondo rosso per Tenaris (-5,20% a 12,21 euro), dopo che Credit Suisse ha abbassato il rating da neutral ad underperform. Misti i bancari: in progresso dell’1,50% Bpm e dello 0,28% Banco Popolare. Male Unicredit (-0,08%), Intesa Sanpaolo (-0,35%), Ubi Banca (-0,45%) e Mps (-1,29%). Un’altra giornata nera per Fiat Industrial che cede il 5,35% a quota 7,695.