1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

A Piazza Affari prevalgono le vendite

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta all’insegna dei realizzi sulle principali piazze continentali nel giorno in cui la Banca centrale europea ha lasciato i tassi d’interesse invariati, mantenendo il tasso principale al 4%. La decisione di oggi era ampiamente attesa dagli economisti. Con questa mossa il divario fra il costo del denaro in Eurolandia e quello negli Stati Uniti è pari a un punto percentuale, dopo che il 30 gennaio scorso la Federal Reserve ha tagliato di mezzo punto i tassi sui Fed Fund portandoli al 3%. A incidere sul sentiment ancora i gemelli dei record: il petrolio si è infatti spinto a un soffio da quota 106 dollari a barile, mentre l’euro è balzato di massimo assoluto in massimo assoluto fin dalle prime contrattazioni sui mercati valutari. Nel pomeriggio Oltreoceano la notizia dei pignoramenti saliti negli Usa ai massimi di sempre nel quarto trimestre del 2007, che attestano l’ indice a 0,83% contro 0,54% dell’ anno precedente, ha contribuito ulteriormente a portare nuovo malessere. Così a Milano il Mibtel ha ceduto lo’1,65% a 25.148 punti e lo S&P/Mib l’1,87% a 32.819 punti.