Piazza Affari piatta dopo la fiducia a Renzi, corrono Unipol e Fiat

Inviato da Valeria Panigada il Mer, 26/02/2014 - 10:24
Le Borse europee viaggiano sul filo della parità e anche Piazza Affari si adegua, non lasciandosi andare ai festeggiamenti per il nuovo governo Renzi. Questa mattina l'indice Ftse Mib mostra un rialzo dello 0,10% intorno ai 20.500 punti. Ieri il premier Matteo Renzi ha incassato la fiducia anche dalla Camera con 378 voti, uno in meno di quelli dati a Enrico Letta (la maggioranza richiesta era di 316 voti). Una votazione che era ampiamente attesa dal mercato e che ora apre una nuova fase, quella più difficile, vale a dire quella del fare.

"Il doppio voto riflette ampiamente le aspettative - ha commentato oggi Paolo Pizzoli, analista di Ing - confermando che Renzi è sostenuto dalla stessa maggioranza che ha sostenuto il governo Letta". Guardando al programma, l'esperto si dice d'accordo sul fatto di mettere tra le priorità quello di sbloccare il ciclo del credito e la competitività del Paese. Purtroppo, però, "preannunciando queste misure, Renzi è stato piuttosto vago circa i dettagli sul loro finanziamento - ha precisato Pizzoli - Il nuovo ministro dell'Economia Padoan dovrà lavorare sodo per colmare questa lacuna". Il debutto di Renzi, avvenuto in maniera non convenzionale come segno di rottura, rappresenta una grossa scommessa: "Renzi si trova ora nella situazione del "fare o morire", senza alternative nell'immediato, sia per quanto riguarda le riforme istituzionali che sui problemi economici", sostiene l'analista di Ing.

Un primo test sul mercato di questo nuovo governo arriva già questa mattina, con l'asta di 8,5 miliardi di euro di Bot, a cui seguirà domani quella di 9 miliardi tra Btp a 5 e 10 anni e Ccteu. Ieri l'asta dei Ctz si è conclusa bene, con i tassi ai minimi storici. Sul fronte titoli, sotto i riflettori Fiat dopo l'ugrade di Mediobanca. Nei primi scambi a Piazza Affari si è messo in evidenza il titolo Unipol finito in asta di volatilità e ora in testa all'indice Ftse Mib con un progresso di oltre 4 punti percentuali. La spinta agli acquisti sulla compagnia assicurativa arriva dal giudizio di Goldman Sachs, che ha avviato la copertura con rating buy.
COMMENTA LA NOTIZIA