1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari: partenza positiva

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari apre la prima seduta della settimana in territorio positivo con l’indice Ftse Mib che avanza dello 0,55 a 20.302 punti. In ribasso lo spread Btp-Bund partito questa mattina in area 136 punti base e con il rendimento del btp decennale al 2,27%. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, avrebbe pronta la proposta sul Tfr: doppio stipendio a febbraio per i lavoratori che lo chiederanno. Il premier inoltre sarebbe pronto a chiedere la fiducia sulla riforma del lavoro mentre oggi dovrebbe vedere il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, per fare il punto sulla Legge di Stabilità. Sul listino meneghino svetta Moncler che guadagna l’1,98% in scia alla promozione a buy da parte di BofA Merrill Lynch. Bene anche Gtech che avanza dell’1,67% mentre Eni sale dello 0,16% nonostante il downgrade di Mediobanca. In rosso Telecom Italia (-0,22%). Secondo quanto riportato da Bloomberg, Tim Brasil avrebbe affidato a Bradesco l’incarico per assisterla nell’acquisizione di Oi.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee: partenza fiacca dopo esplosione a Manchester

Le Borse europee, hanno aperto appena sotto la parità, in scia ai ribassi dei listini asiatici con la piazza aizonaria di Tokyo che ha chiuso in moderato calo (-0,30%), peggiorando sul finale dopo la notizia di un sospetto attacco terroristico a Manc…

MERCATI

Borsa di Tokyo chiude in calo dopo esplosione a Manchester

La Borsa di Tokyo ha chiuso in territorio negativo, peggiorando sul finale dopo la notizia dell’esplosione di un ordigno all’Arena di Manchester nel corso di un concerto. Il fatto alimenta una avversione al rischio in un clima già piuttosto teso sul …

MERCATI

Mercati europei contrastati. Tonfo per la belga UCB

Avvio di settimana contrastato per le borse europee: a Londra il Ftse100 ha terminato a 7.496,34 punti, +0,34%, il Dax si è fermato a 12.619,46, -0,15%, e il Cac40 a 5.322,88, -0,03%.

Acquisti sull’euro, che ha aggiornato i massimi da novembre a …