1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari mette a segno i nuovi massimi triennali

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ancora una giornata positiva per la Borsa milanese, che ha rinnovato i massimi triennali, chiudendo con il Mibtel a quota 25.466 punti (+0,54%) e l’S&P/Mib a 33.316 punti (+0,58%). I listini europei già si erano comportati bene nel corso della mattinata, ma sicuramente nel pomeriggio hanno beneficiato anche dell’aria buona che tirava a Wall Street, che ha aperto all’insegna dell’ottimismo. La Borsa a stelle e strisce ha a sua volta tratto spunto da alcune trimestrali superiori alle stime degli economisti e a due dati macroeconomici importanti: quello sui prezzi al consumo, che ha mostrato una relativa assenza di fenomeni inflattivi, e quello sulle vendite al consumo, che ha testimoniato la buona tenuta dell’economia reale. Ma chi avrebbe potuto credere che, soprattutto alla luce degli attacchi terroristici londinesi della settimana scorsa, i listini sarebbero saliti a questi livelli? “Nessuno” è la risposta di Giorgio Giovannini, country manager di Global Henderson investors, che addita alcuni principali fattori per questo andamento così positivo. “Innanzi tutto sui mercati c’è molta liquidità, ma ci sono anche rendimenti alternativi che fanno sì che l’investimento non sia poi così attraente. Inoltre, ad animare l’andamento della Borsa ogni giorno c’è una storia nuova, un po’ come oggi con Marzotto”. Giovannini avverte anche che si va verso il periodo estivo, caratterizzato da volumi poco vivaci, il che rende difficile effettuare delle previsioni sull’andamento dei mercati. “In ogni caso penso che ci troviamo ancora in una fase dove ogni minimo arretramento dei listini può costituire una buona occasione di investimento. Ci potrà essere uno storno e sicuramente sarà salutare”, afferma il country manager di Global Henderson investors. “Non mi aspetterei però un ritracciamento nell’ordine del 10%, ma una cosa più contenuta, intorno al 3-4%”, aggiunge.