1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari maglia nera d’Europa, pesano banche e petroliferi -1-

QUOTAZIONI Tenaris
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la prima seduta della settimana in territorio negativo, trainata al ribasso dai petroliferi e da alcuni titoli del comparto bancario, registrando la peggiore performance tra le principali piazze finanziarie europee. Con Wall Street rimasta chiusa per le festività legate al Giorno dell’Indipendenza, hanno pesato ancora i dubbi sulla ripresa economica negli Stati Uniti e in Cina. Venerdì scorso, il tasso di disoccupazione Usa a giugno è sceso inaspettatamente al 9,5% dal 9,7% di maggio, mentre sono stati bruciati 125 mila posti di lavoro nel settore non agricolo. In questo quadro il Ftse Mib ha ceduto l’1,18% a 18.848 punti (vicino ai minimi di seduta 18.842), mentre il Ftse All Share è arretrato dell’1,07% a quota 19.419.

Pesanti alcuni titoli del comparto bancario: Popolare di Milano ha perso il 2,19% a 3,34 euro, Banco Popolare il 3,03% a 4,32 euro (peggior titolo del Ftse Mib), Intesa SanPaolo l’1,98% a 2,102 euro. Male anche Unicredit (-1,48% a 1,795 euro). Più contenute le perdite di Ubi Banca (-0,56% a 7,10 euro) e Monte dei Paschi (-0,83% a 0,897 euro). E’ finito sotto pressione anche il settore oil: Tenaris ha lasciato sul parterre il 2,99% a 13,95 euro, Saipem il 2,71% a 24,80 euro, Eni lo 0,94% a 14,77 euro.