1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari maglia nera d’Europa, banche sotto pressione per Banco Espirito Santo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari è la peggiore tra le borse europee, trascinata a fondo dal comparto bancario che risente delle pessime performance del Banco Espirito Santo che cede il 20%. Ieri la holding Espirito Santo Financial Group, maggiore azionista dell’istituto di credito portoghese, ha annunciato di aver ridotto la propria quota al 20,1% dal 24,99% per onorare le scadenze sul debito. L’indice Ftse Mib segna al momento un calo dell’1,29% a 20.429 punti. A Francoforte il Dax cede lo 0,48% a 9.736 punti, il parigino Cac40 arretra dello 0,48% a 4.329 punti mentre a Londra il Ftse 100 segna un ribasso dello 0,14% a 6.736 punti.

A pesare sui listini azionari anche il deludente dato sullo Zew tedesco che a luglio è sceso a 27,1 punti, la settima flessione consecutiva (consenso Bloomberg 28,2 punti). “La Germania ha registrato di recente una lieve riduzione dell’attività economica, con le vendite al dettaglio e la produzione industriale che sono diminuite. In linea generale, le prospettive economiche di medio termine rimangono tuttavia favorevoli”, ha dichiarato il presidente dello Zew, Clemens Fuest. L’attenzione ora rimane alta per il discorso che questa sera il governatore della Federal Reserve, Janet Yellen, terrà davanti alla commissione bancaria al Senato. 

Sul comparto bancario, Unicredit e Intesa Sanpaolo sono tra le peggiori sul Ftse Mib con ribasso di oltre il 2%, insieme a Mediobanca con un calo del 3%. Male anche Banco Popolare (-1%), Mps (-0,4%), Bper (-2,3%), Bpm (-1,1%), e Ubi Banca (-2,5%). Dal fronte obbligazionario, lo spread Btp-Bund si attesta in area 168 punti base, con il rendimento del Btp decennale in area 2,86%.