1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Piazza Affari e Madrid chiudono in ribasso, bene le altre borse europee

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso ancora in ribasso con gli investitori ancora concentrati su Cipro, dove Fitch ha declassato a default le due principali banche del Paese. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,95% a 15.495 punti. Telecom Italia ha indossato la maglia nera sul paniere principale mostrando un ribasso del 5,46% a 0,562 euro. Performance negative anche per Finmeccanica e Fiat, che hanno lasciato sul parterre rispettivamente il 3,05% a 3,756 euro e il 2,42% a 4,194 euro. Deboli le banche: Ubi Banca ha ceduto il 3,08% a 2,83 euro, Banco Popolare il 2,08% a 0,991 euro, Unicredit il 2,02% a 3,306 euro, Monte dei Paschi il 2,82% a 0,193 euro, Mediobanca il 2,18% a 4,126 euro, Intesa SanPaolo il 2,01% a 1,124 euro. In controtendenza la Popolare di Milano (+1,40% a 0,499 euro) all’indomani della riunione del Consiglio di gestione che a sorpresa ha anticipato al 22 giugno la data per l’assemblea straordinaria che dovrà deliberare la trasformazione in Spa. Pirelli (+1,49% a 8,20 euro) ha sfruttato la promozione giunta questa mattina dagli analisti di Societe Generale.

Le borse europee chiudono la seduta sopra la parità. A Parigi il Cac40 ha terminato con un rialzo di oltre mezzo punto percentuale (+0,55%) a 3.748,64 punti, +0,33% per il Ftse100 a 6.399,37 e +0,11% del tedesco Dax che si è fermato a 7.879,67. L’effetto contagio penalizza l’Ibex, in rosso dell’1,84% a 7.990,5 punti.