1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari limita le perdite grazie ai petroliferi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura in territorio leggermente negativo per gli indici di Piazza Affari con lo S&P/Mib che arretra dello 0,27% in area 36400 punti, in linea con le principali borse del Vecchio continente. L’andamento degli indici milanesi ha risentito quindi solo parzialmente dell’ennesimo ribasso di Wall Street che alla chiusura delle contrattazioni sui listini europei registrava una flessione superiore al mezzo punto percentuale.
Il saldo settimanale risulta comunque sostanzialmente stabile rispetto al close di venerdì scorso a dimostrazione del clima di incertezza che caratterizza l’operatività degli investitori. La mancanza di direzionalità delle ultime settimane è motivato dalla assenza di forti segnali rialzisti a livello degli indici azionari; per questo motivo gli operatori preferiscono concentrare gli investimenti su alcuni specifici settori piuttosto che riversarsi passivamente sull’intero mercato. Tema dominante della giornata si conferma ancora una volta il greggio che ha registrato oggi i nuovi record storici sia per il Brent che per il Light Crude. Una situazione che ha favorito la nuova corsa dei titoli petroliferi, con Saipem che termina in rialzo del 3,42% ed ENI che sale dello 0,64%. Da segnalare anche la performance di Saras che sale di un punto percentuale e mezzo a quota 5,0950 euro dopo che gli analisti della JPMorgan hanno avviato la copertura del titolo con rating “overweight”.