1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Piazza Affari e le borse europee chiudono in rosso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso dopo i forti guadagni registrati nella prima settimana del 2013 in scia all’accordo negli Stati Uniti sul fiscal cliff e alla discesa dello spread. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,38% a 16.895 punti.

Monte dei Paschi protagonista assoluto della seduta con un rialzo del 6,82% a 0,282 euro. Bene anche gli altri titoli del comparto bancario: Banco Popolare ha guadagnato il 3,77% a 1,378 euro, Unicredit il 2,31% a 3,98 euro, Intesa SanPaolo l’1,66% a 1,405 euro, Popolare di Milano l’1,34% a 0,497 euro, Mediobanca lo 0,65% a 4,978 euro. Le vendite hanno colpito i due colossi pubblici dell’energia: Eni ha ceduto l’1,37% a 18,75 euro, mentre Enel ha mostrato una flessione dell’1,73% a 3,18 euro. Lottomatica (-0,45% a 17,68 euro) non ha sfruttato un report positivo di Nomura. Il broker giapponese ha confermato il giudizio buy sulla società del Lotto alzando il target price a 20,70 euro dai precedenti 18,10 euro.
Inizio di ottava debole per gli altri listini del Vecchio continente. In attesa dell’inizio della stagione delle trimestrali negli Stati Uniti e della riunione del board della Bce, il francese Cac40 ha chiuso in calo dello 0,68% a 3.704,64 punti e il Dax è sceso dello 0,56% a 7.732,66. Perdite più contenute per il Dax (-0,41% a 6.064,58) e per l’Ibex (-0,2% a 8.419).