1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

PIazza Affari e le borse europee chiudono in rialzo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in deciso rialzo per la terza seduta consecutiva. Le parole di Draghi, che la scorsa settimana avevano innescato il rimbalzo, sono state ripetute nel weekend da Angela Merkel e da Mario Monti. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha chiuso in rialzo del 2,80% a 13.978 punti. Comparto bancario in grande spolvero: Intesa SanPaolo ha guadagnato il 6,16% a 1,056 euro, Banco Popolare il 6,36% a 0,945 euro, Monte dei Paschi il 6,55% a 0,183 euro, Popolare di Milano il 6,59% a 0,362 euro, Ubi Banca il 3,65% a 2,274 euro, Unicredit il 4,59% a 2,828 euro. Generali ha snobbato il downgrade di Mediobanca, che ha portato il giudizio sul Leone da outoperform a neutral, mostrando un progresso del 3,72% a 10,18 euro. A2A è volata con un +6,98% a 0,348 euro in scia all’offerta vincolante ricevuta su Coriance.Fiat ben comprata in Borsa alla vigilia del test dei conti relativi al secondo trimestre del 2012. Il titolo del Lingotto ha mostrato infatti un progresso del 4,86% a 4,186 euro. Saipem (-1,33% a 37,23 euro) è scivolata sul fondo del Ftse Mib. La controllata di Eni ha annunciato di aver chiuso il secondo trimestre con ricavi in crescita da 3,06 a 3,26 miliardi di euro e un utile netto di 242 milioni, contro i 225 milioni del secondo trimestre 2011.

Chiusura positiva anchev per le altre borse europee. In particolare, a Francoforte il Dax ha mostrato un rialzo dell’1,27% a 6.774,06 punti, il parigino Cac40 si è attestato a 3.320,71 punti in progresso dell’1,24%, il londinese Ftse100 è aumentato dell’1,18% a quota 5.693,63 e lo spagnolo Ibex35 ha messo a segno un +2,78% a 6.801,80 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Piazza Affari sale con Enel e Telecom

Si riscatta Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana recuperando la debolezza della vigilia dovuta alle parole di Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, che ieri in un intervento a …

RAPPORTO OCSE

Ocse lancia allarme su debito

Alert Ocse sul debito. L’organizzazione parigina indica che nel 2018 il debito nei Paesi Ocse è stimato in crescita a quota 45.000 miliardi di dollari rispetto ai 43.600 miliardi del …